Aqbeż għall-kontenut

Baia Due Frati: Straight on the Sea+Private Beach

L-appartament kollu ospitat/a minn Lidia
4 klijentikamra tas-sodd 1 2 sododKamra tal-banju waħda
Id-dar kollha
Se jkollok din il-proprjetà (appartament) għalik waħdek.
Lidia huwa/hija Superhost
Is-superhosts huma hosts ta' esperjenza u bi klassifikazzjoni għolja li huma impenjati li jipprovdu l-aqwa żjarat għall-klijenti tagħhom.
Post tajjeb ħafna
100% tal-klijenti riċenti taw rating ta' 5 stilel lill-post.
Wifi
Il-klijenti ta' spiss ifittxu għal dil-kumdità popolari
Regoli tad-dar
Dal-post mhux addattat għat-trabi (taħt is-sentejn) u l-host ma jaċċettax pets jew parties fil-listing.
Delizioso appartamento con vista mozzafiato direttamente sul mare e spiaggia privata.
Delightful apartment with breathtaking view straight on the sea, and private beach.

Fejn se jorqdu n-nies

Kamra tas-sodda 1
Sodda 1 ta' tnejn
Spazji komuni
Sufan sodda 1 

Kumditajiet

Kċina
Wifi
Parkeġġ bla ħlas fit-triq
TV
Lift
Magna tal-ħasil
Arja kkundizzjonata
Terazzin jew gallerija
Mhux disponibbli: Allarm tal-monossidu tal-karbonju
Mhux disponibbli: Allarm tad-duħħan

Agħżel id-data taċ-checkin

Żid id-dati tal-vjaġġ tiegħek biex tara l-prezz eżatt
Checkin
Żid data
Checkout
Żid data

4.77 out of 5 stars from 142 reviews

Indafa
Preċiżjoni
Komunikazzjoni
Post
Checkin
Valur

Post

Napoli, Campania, l-Italja

Cenni storici
Posillipo figura già nelle fonti degli antichi Greci, i primi ad abitare il promontorio allora interamente ricoperto da rocce e alberi. Sono presenti rovine Romane vicino alle rive nonché in prossimità del punto più alto della collina; è possibile vedere i resti delle aperture che ventilavano il tunnel che conduceva alla residenza di Publio Vedio Pollione. Sono presenti anche i resti di un anfiteatro. Con il termine dell'età antica la popolazione di Napoli si chiuse nella cinta fortificata e l'intera zona cadde in declino, del tutto preda delle invasioni barbariche e dell'incuria.

In età moderna, l'area rimase sostanzialmente sottosviluppata fino alla costruzione della via Posillipo tra il 1812 e il 1824. La strada comincia al porto di Mergellina e si estende lungo la costa, quasi parallelamente alla riva.

Buona parte della zona ha subito pesanti ricostruzioni in seguito alla seconda guerra mondiale, ma ha conservato diversi edifici storici, tra cui Villa Rosebery, residenza di proprietà del Presidente della repubblica[3].

Monumenti e luoghi d'interesse

I resti della Villa di Pausilypon e del Teatro
Sulla punta di capo Posillipo si trova il Parco sommerso di Gaiola, istituito nel 2002 congiuntamente dai Ministeri dell'Ambiente e dei Beni Culturali, nelle acque che circondano gli isolotti della Gaiola, si estende dal porticciolo di Marechiaro alla Baia di Trentaremi, con finalità di protezione sia Archeologica che Ambientale. Altro importante sito è la Villa Imperiale di Pausilypon, dove, tra uno dei panorami migliori del Golfo, è possibile ammirare anche i resti dell'imponente Teatro e di alcune sale di rappresentanza. Un ulteriore motivo d'orgoglio è rappresentato dal singolare Mausoleo Schilizzi, uno dei migliori esempi italiani dello stile architettonico neoegizio, che ora assolve alla funzione di monumento ai caduti delle due guerre mondiali.

Trasporti e viabilità
La collina di Posillipo è attraversata da quattro strade principali quasi parallele: via Posillipo che corre parallela alla costa da Mergellina fino a capo Posillipo, via Francesco Petrarca (già "via Panoramica") in posizione più elevata con caratteristiche vedute sul golfo di Napoli e sul Vesuvio, le antiche vie del Marzano e Porta Posillipo (l'una di seguito all'altra) e via Alessandro Manzoni (già "via Patrizi").

È da segnalare la via Pascoli che dal quadrivio del Capo di Posillipo conduce all'antico casale. Altra arteria importante è Via Orazio che, passando per via Petrarca, collega Mergellina col rione di "Porta Posillipo", nella parte alta del quartiere. In questa strada c'è il belvedere dove si trovava il famoso pino di Napoli, simbolo dell'oleografia napoletana del XX secolo. La parte collinare del quartiere di Posillipo è collegata verticalmente dalla Funicolare di Mergellina,celebre opera urbanistica e d'ingegneria (elogiata nei versi di Salvatore Di Giacomo nella targa marmorea al suo ingresso) la cui edificazione dava il via all'urbanizzazione dell'area collinare intorno agli anni trenta. Essa prende inizio dall'omonima area litoranea di Mergellina e conduce sull'apice della collina (via Manzoni) fermando in altri 3 punti, "S. Antonio" in prossimità dell'omonimo santuario, "S. Gioacchino" nel cuore di via Orazio e "Parco Angelina" in prossimità di via Stazio e via Giovenale.

In particolare, in via Petrarca il comune dovette istituire un servizio di vigilanza perché gli automobilisti alla guida rallentavano in maniera consistente per poter guardare il panorama, intasando così il traffico veicolare. Il problema fu risolto istituendo dei parcheggi ed una lunga terrazza panoramica.[4] Tra le quattro strade, via Posillipo presenta il più alto numero di fabbricati antichi, mentre le altre tre sono state intensamente interessate dalla massiccia edificazione cittadina dell'ultimo dopoguerra, pur non raggiungendo gli eccessi di altre aree del comune. Numerosi sono i ristoranti presenti sull'intera collina.


« Questa felicità non ha ancora del tutto abbandonato Napoli. Le abbaglianti strade bianche conducono a Posillipo, e la veduta che si apre sulle forme vulcaniche del capo Miseno e dei Campi Flegrei si fondono col sapore della polvere sottile e dell'umidità amaro-salata del vento del mare »

(Pavel Pavlovic Muratov)
Cenni storici
Posillipo figura già nelle fonti degli antichi Greci, i primi ad abitare il promontorio allora interamente ricoperto da rocce e alberi. Sono presenti rovine Romane vicino alle rive nonché in…

Milqugħ minn Lidia

Ingħaqad fi Mejju 2018
  • 142 Review
  • Identità verifikata
  • Superhost
Lidia huwa/hija Superhost
Is-superhosts huma hosts ta' esperjenza, b'ratings għoljin u huma impenjati li jipprovdu l-aqwa żjarat għall-klijenti.
  • Rata ta' rispons: 94%
  • Ħin ta' rispons: fi żmien siegħa
Biex tħares il-pagament tiegħek, qatt tibgħat flus jew tikkomunika barra l-websajt jew l-app ta' Airbnb.

Affarijiet li għandek tkun taf

Regoli tad-dar
Check-in: 15:00 - 19:00
Check-out: 11:00
Mhux adattat għat-tfal żgħar (taħt is-sentejn)
Ebda annimali domestiċi
L-ebda parties jew avvenimenti
It-tipjip huwa permess
Saħħa u sigurtà
Għandhom jiġu osservati l-linji gwida għall-COVID-19 ta' Airbnb, fosthom il-linji gwida għat-tbegħid soċjali
M'hemmx alarm tal-monossidu tal-karbonju
Ebda alarm tad-duħħan
Depożitu ta' Sigurtà - jekk tagħmel ħsara lid-dar, tista' tiġi ċċarġjat sa $182
Politika ta' kanċellazzjoni

Skopri għażliet oħra ġewwa u madwar Napoli

Iktar postijiet fejn toqgħod ġewwa Napoli: